Fattura elettronica in un attimo e “gratis”

Avete la necessità di effettuare “subito” una fattura elettronica perché é già entrata in vigore per le fatture dei fornitori verso la pubblica amministrazione. Ovviamente non avete il tempo di adeguare tutta la vostra struttura immediatamente, ma lo farete, promesso, ma intanto che fare?

Per questa ricetta vi serve:

– un indirizzo di pec, posta elettronica certificata (che già dovreste avere)
– un certificato di firma digitale (che già dovreste avere)
– basta, il resto è gratuito 🙂

1) Registrate un account gratuito a questo sito http://www.fatturapertutti.it, questo vi permetterà di fare, seguendo le loro pagine online, una fattura nel formato xml secondo le norme vigenti (l’account gratuito ne permette di fare una ventina in un anno). Scaricate il file nel vostro computer.

2) Firmate digitalmente il file .xml che avete appena scaricato (utilizzate il programma Dike di Infocert, come al solito), ed otterrete un file in formato .xml.p7m

3) Spedite questo file tramite la vostra pec all’indirizzo (solo per la prima fattura): sdi01@pec.fatturapa.it (sogei vi indicherà un nuovo indirizzo pec a cui spedire le fatture successive che farete)

4) Aspettate la risposta via pec se è andato o no a buon fine la vostra fattura. Il processo, per come è pensato, va integrato con la conservazione sostitutiva di questi documenti, ossia dovete prendere il file che avete spedito e tutte le ricevute che lo riguardano, e salvarlo in uno spazio “a norma” per la conservazione, non ci sono molte aziende ad oggi che lo fanno.

L’unico costo “nuovo” che avrete per adeguarvi rispetto a quello che già avete, è quindi trovare uno spazio di conservazione dei dati, che sarà nella forma di un canone annuale.
Infocert ad esempio ha un loro programma che costa 119 euro all’anno.